Basta fatture per il commercio online

Basta fatture per il commercio online

Con il decreto del 27 ottobre 2015 pubblicato nella gazzetta ufficiale n. 263 del 11 novembre 2015, il ministro dell'economia e delle finanze esonera in modo definitivo chi, con il commercio online, fornisce beni e servizi a consumatori finali residenti nel territorio nazionale.

La fattura quindi non è più obbligatoria per beni e servizi (materiali o digitali) venduti attraverso l'ecommerce, con decorrenza retroattiva dal 1 gennaio 2015; si dovrà invece trascrivere l'operazione nel registro dei corrispettivi entro il giorno non festivo successivo a quello dell'avvenuta operazione.

Il consumatore finale ha la facoltà di richiedere la fattura, in questo caso è obbligatorio fornirla.


Quali benefici

Gli esperti fiscalisti vi sapranno informare sui benefici effettivi di questo decreto. Vediamola invece dal punto di vista pratico.

  • Per l'azienda di e-commerce:
    • Nella maggior parte delle piattaforme di commercio online la fattura viene generata automaticamentedopo l'avvenuto pagamento dell'ordine, e resa disponibile per il cliente nella propria area riservata. Nessuna operazione manuale viene eseguita dall'operatore.
    • Il collegamento tra il gestionale contabile e la piattaforma di commercio online fa si che, anche in questo caso, l'operatore non debba eseguire nessuna operazione manuale.
    • Stampare tutte le fatture di vendita del commercio online è un'operazione manuale che comporta l'uso di materiali di consumo come carta e inchiostro.
    • Scrivere un'operazione nel registro dei corrispettivi è un'operazione manuale.
  • Per il commercialista che segue l'azienda di e-commerce:
    • La quasi totalità dei commercialisti non consente di fornire le fatture tramite un file per l'importazione diretta nel loro applicativo gestionale. Questo comporta che le fatture debbono essere inserite manualmente da un operatore.
    • Riportare un dato dal libro dei corrispettivi è un'operazione manuale assai sbrigativa.

Se è vero che questo decreto ha portato dei benefici fiscali, è anche vero che ha semplificato le attività pratiche dell'azienda e del commercialista, con conseguente risparmio di denaro.


Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook