Il diritto di recesso nel commercio online

Il diritto di recesso nel commercio online

Le disposizioni per il diritto di recesso nell'e-commerce si applicano ai contratti tra il venditore ed il consumatore, per un importo superiore o uguale a 50 €. Non è escluso al venditore offrire condizioni contrattuali più favorevoli.


Quando

Il consumatore può esercitare il proprio diritto di recesso entro 14 giorni senza dover fornire nessuna motivazione.

Nel caso di vendita di beni il diritto di recesso termina dopo 14 giorni a partire dal momento in cui il consumatore acquisisce il possesso fisico del bene, oppure:

  • nel caso di un unico ordine con più beni consegnati separatamente; dal giorno in cui il consumatore viene in possesso dell'ultimo bene;
  • nel caso di un bene costituito da pezzi multipli; dal giorno in cui il consumatore viene in possesso dell'ultimo pezzo.

Come

Il consumatore esercita il proprio diritto di recesso informando il venditore della sua decisione, utilizzando unmodulo predisposto dal venditore, anche in formato digitale, oppure presentando una qualsiasi dichiarazione esplicita sulla sua decisione di recedere dal contratto.

L'onere della prova relativa all'esercizio del diritto di recesso spetta al consumatore.


Obblighi del venditore

  1. Il venditore rimborsa tutti i pagamenti ricevuti dal consumatore, comprensivi delle spese di consegna, con lo stesso mezzo di pagamento usato per la transazione iniziale dal consumatore, ed entro 14 giorni dal momento in cui viene a conoscenza della decisione del consumatore.
  2. Il venditore non è tenuto a rimborsare i costi supplementari di trasporto scelti dal consumatore al momento dell'acquisto. Viene rimborsato solo il valore del servizio di consegna più economico.
  3. Il venditore può trattenere il rimborso finché non abbia ricevuto fisicamente i beni oppure fino a quando non riceve comunicazione dal consumatore dell'avvenuta spedizione; dipende da quale situazione si verifica per prima.

Obblighi del consumatore

  1. Il consumatore deve consegnare i beni entro 14 giorni dalla data di comunicazione della decisione di recesso. Se il consumatore non rispetta questo tempo, decade il diritto di recesso. Il consumatore sostiene solo il costo diretto della restituzione dei beni.
  2. Il consumatore è responsabile solo della diminuzione del valore del bene in caso di manipolazioni al di fuori dalla necessità di stabilirne la natura, le caratteristiche e il funzionamento. Quindi quando ne fa un uso improprio.

Eccezioni al diritto di recesso

Il diritto di recesso è escluso quando:

  1. la fornitura riguarda beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;
  2. la fornitura riguarda beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;
  3. la fornitura riguarda beni sigillati che non possono essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e sono stati aperti dopo la consegna;
  4. la fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook