La nascita di un progetto e-Commerce

La nascita di un progetto e-Commerce

Credo che anche tu, come la maggior parte delle persone, sei portato a pensare che la progettazione di un e-Commerce sia noiosa e la maggior parte del tempo viene trascorsa a discutere di funzionalità che si assomigliano tra di loro.

Ci sono cose importanti che devono essere definite nella progettazione di un e-Commerce, dalle specifiche operative alla definizione del target di clientela, argomenti da affrontare in modo paziente ma determinato.


Se avessi soltanto un'ora per risolvere un problema dal quale dipendesse la mia vita, spenderei 55 minuti per definire attentamente il problema e poi me ne basterebbero meno di 5 per risolverlo.

Albert Einstein

Il Business Model Canvas


Nella fase di progettazione di un commercio online mi faccio aiutare dal "Business Model Canvas", uno strumento efficace che rende ordinato il mio lavoro e si adatta alle unicità dell'azienda interessata al progetto di e-Commerce.


Ho incontrato il business model canvas, in modo dettagliato ed esaustivo, nel libro "Creare Modelli di Business" della edizioni FAG di Milano. Ti consiglio vivamente di leggerlo e di farne buon uso.


Il modello di business è la logica che permette a un progetto di sostenersi ed è strutturato in due parti; una che riguarda l'efficienza e l'altra che riguarda il valore.


In totale ci sono 9 elementi, te li elenco:

  1. Segmenti di clientela
    Questo elemento definisce i diversi gruppi di persone che desideri raggiungere e servire. Le domande alle quali devi rispondere sono:
    • Chi è il io cliente tipo?... il mio cliente ideale?
    • C'è un unico mercato?... uno o più target?
    • Il tuo cliente ideale ha delle caratteristiche ben precise, quali sono?
    • Se devi trovare il tuo cliente, in quale ambienti pensi di trovarlo?... in quale ambiente si muove?

    Devi decidere in modo consapevole quali sono i segmenti a cui rivolgerti e quali invece puoi trascurare.

  2. Valore offerto
    Il valore offerto è il tuo prodotto o il tuo servizio, come lo fai e perché lo fai. Molti clienti passano da un fornitore all'altro per la diversità del valore offerto.

    Ci sono 2 domande che amo particolarmente:
    • Quale problema sto risolvendo al cliente?
    • Perché il cliente dovrebbe scegliere me e la mia azienda?

    Diventa chiaro, in questi termini, che il valore offerto è l'insieme dei benefici che la tua azienda offre al cliente. Ma devi andare oltre:
    • Il cliente ha sicuramente dei desideri, con il tuo valore offerto li stai appagando?
    • Che cosa ti rende unico dalla concorrenza? Quale è la tua unicità?

  3. Canali
    I canali giocano un ruolo molto importante nell'esperienza del cliente con la sua azienda. Certamente la comunicazione, la distribuzione e la vendita sono punti di contatto con i tuoi clienti.

    Poniti allora questi interrogativi:
    • Devo raggiungere i miei clienti, quali sono i canali che utilizzo in questo momento?
    • Quali sono gli effettivi canali con cui il cliente vuole essere raggiunto?
    • Quali sono i canali che funzionano e si integrano meglio con le abitudini del cliente?

  4. Relazione con i clienti
    La relazione con i clienti spazia da quella personale ad una relazione automatizzata. E' necessario individuare quale tipo di relazione si desidera avere con ogni segmento di clientela. Quindi:
    • Quale tipo di relazione la clientela si aspetta di stabilire e mantenere con noi?
    • Quali sono le relazioni che abbiamo stabilito? Hanno soddisfatto la nostra clientela?
    • Quanto costa mantenere le relazioni che abbiamo stabilito?

  5. Flussi di ricavi
    La diversa tipologia di flussi di ricavi ci pone di fronte alla domanda: "per quale valore ciascun segmento di clientela è disposto a pagare?"

    Rispondendo correttamente a questa domanda potrai generare un flusso di ricavi per ogni segmento di clientela.

    Diversi possono essere i modi per generare flussi di cassa:
    • Vendita di beni
    • Canone d'uso
    • Quote di iscrizione
    • Prestito, noleggio, leasing
    • Licenze
    • Commissioni di intermediazione
    • Pubblicità

  6. Risorse chiave
    Ogni modello di business ha le proprie indispensabili risorse chiave. Le risorse chiave sono i beni necessari affinché il modello di business funzioni. Le risorse chiave ti permettono di creare il valore offerto, raggiungere i mercati, mantenere le relazioni con i segmenti di clientela e ottenere dei ricavi.

    Le risorse chiave possono essere di varia natura e non necessariamente di tua proprietà.

  7. Attività chiave
    Devi definire le attività chiave per fare in modo che il modello di business funzioni.

    Come per le risorse chiave anche le attività chiave sono necessarie per creare il valore offerto, raggiungere i mercati, mantenere le relazioni con i clienti e ottenere dei ricavi.

  8. Partnership chiave
    In questo elemento devi definire quali saranno la rete di fornitori e partner che ti permetteranno di far funzionare il tuo modello di business.

  9. La struttura dei costi
    Vengono qui definiti i principali costi che devi sostenere per il funzionamento del modello di business. I costi debbono essere minimizzati in qualsiasi modello di business. 


Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook