Impara a valutare il tuo sito web: gli indirizzi URL

Impara a valutare il tuo sito web: gli indirizzi URL

Molte piccole aziende specializzate sono entrate nel mondo dell’online in modo parziale, affidando completamente la propria presenza in internet al sito web, senza acquisire competenze o personale specifico per la gestione del canale comunicativo.

Tanti siti web non sono indicizzati e nemmeno indicizzabili e ancora meno ben posizionati, ma l’azienda non lo sa. In un precedente articolo, Valutare il proprio sito internet, ho dato alcuni suggerimenti, che non richiedono conoscenze tecniche, che permettono di individuare importanti problemi che ostacolano l’indicizzazione (= i motori di ricerca sanno che il sito web esiste e ne raccoglie le pagine) e il posizionamento (= il sito internet si trova in prima, seconda, ennesima pagina dei risultati di ricerca per una certa parola chiave) di un sito internet. Oggi vi parlo di un’altra semplicissima analisi del sito web: gli URL.

Aprite il vostro sito e navigate le pagine, come sono i loro indirizzi URL? se contengono “?”, “&”, “_” e altre strane scritte come “id=” o “p=” sono URL dinamiche, cioè sono costruite con parametri.



URL Parlanti

Non ci sarebbe niente di male nelle URL dinamiche se non fosse che i motori di ricerca preferiscono le URL parlanti, cioè URL composte da parole di senso compiuto come ad esempio il titolo della pagina o parte di esso. Ad esempio l’indirizzo URL parlante di questa pagina è:
www.apiceweb.it/blog/come-si-fa/impara-a-valutare-il-tuo-sito-web-gli-indirizzi-URL

Perché preferire URL parlanti?

I motori di ricerca preferiscono pagine di siti web con URL parlanti perché forniscono maggiori informazioni agli utenti. Nei risultati di ricerca insieme a Title e Description può aiutare ad anticipare il contenuto della pagina e quindi far capire a chi naviga se contiene la risposta che sta cercando.

Inoltre gli indirizzi URL parlanti delle pagine del tuo sito web possono contenere parole chiavi specifiche aiutando anche i motori di ricerca a comprendere il contenuto della pagina e quindi contribuire in minima parte al posizionamento del sito internet.

Si ritorna così al concetto contenuto – informazione – utilità: chi naviga ricerca risposte, i motori di ricerca devono fornirle velocemente e in modo pertinente, tutto ciò che facilita questo processo è apprezzato.

Con questo voglio dire che non vi dovete fermare alla scelta del nome dominio (es: www.tuosito.it), ma dovete prestare attenzione a che tutti gli indirizzi URL del vostro sito web siano informativi.

Se hai individuato dei punti deboli nel tuo sito web e vuoi migliorarlo



Richiedici un contatto

Per dare il via al tuo progetto o per ricevere chiarimenti e maggiori informazioni.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook