Cos'è la SEO? serve alle aziende nel web?

Cos'è la SEO? serve alle aziende nel web?

Se avete un indirizzo e-mail aziendale sicuramente tra i tanti messaggi vi saranno arrivate proposte da parte di agenzie web (o sedicenti tali) che vi offrono servizi SEO garantendo il posizionamento sui motori di ricerca. Ma che cos’è la SEO, search engine optimization? ed è davvero così efficace?

La SEO e i suoi obiettivi

SEO letteralmente significa ottimizzazione per i motori di ricerca. Inizialmente si trattava di azioni e regole tecniche da attuare e rispettare in modo che fosse semplice per i motori di ricerca scansionare e catalogare le pagine del sito web istituzionale o e-commerce. L’evoluzione del web, l’aumento esponenziale delle pagine pubblicate ogni giorno, l’uso sempre più frequente di internet per i più svariati motivi e anche comportamenti scorretti e forzature da parte di web master per ottenere un miglior posizionamento sui risultati dei motori di ricerca sono tutti fattori che hanno trasformato il modo di operare dei motori di ricerca e di conseguenza la SEO.

Agli aspetti tecnici che permetto una rapida e facile scansione da parte dei motori di ricerca e un semplice utilizzo da parte degli utenti, si sono aggiunti aspetti legati al tentativo dei motori di ricerca di valutare la qualità dei contenuti proposti dal sito web e alla loro corrispondenza rispetto alle richieste fatte dagli utenti. Di conseguenza la SEO si è sempre più avvicinata al web marketing (content marketing e social media marketing)

Da puri aspetti tecnici la SEO è diventata alleata e supporto al web marketing per vincere la guerra dei contenuti per le migliori posizioni nei motori di ricerca.

Ad esempio: se anni fa per segnalare i temi trattati nel sito/pagina web si riempiva il tag “meta keyword” (parole chiave), oggi questo tag a causa dell’abuso che ne è stato fatto è del tutto ininfluente e anzi secondo molti rischia di diventare indicatore di un sito spam. Le parole chiave adesso vanno inserite all’interno della pagina in modo coerente, se è effettivamente importante per il business potrebbe avere un menù dedicato, essere presente nel titolo della pagina ed ovviamente all’interno del corpo del testo. Sono quindi Google e gli altri motori di ricerca a capire quali sono i temi per voi importanti in base ai contenuti che popolano il vostro sito web.

In questo nuovo scenario SEO e web marketing si legano già in fase strategica con la scelta dei temi che verranno trattati nel sito web, l’analisi delle parole chiave, la scelta della struttura con cui verranno presentati i contenuti nell’insieme e come singolo articolo. In un sito web già avviato potrebbe essere necessario rivedere analisi e scelte ed operare per migliorare la struttura dei contenuti.

Altri aspetti tecnici e non su cui lavora l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) all’interno del tuo sito web e all’esterno del tuo sito internet:

  1. struttura del sito user friendly: in questa definizione un po’ generale rientra tutto ciò che rende facile all’utente l’utilizzo del sito ed il portare a termine le azioni che vuole compiere su quel sito (informarsi, iscriversi, acquistare,…).
  2. gestione delle lingue straniere: se ti devi proporre a utenti in diverse lingue non ti basterà affiancare sulla stessa pagina le due lingue come su un depliant. Ti devi presentare sia ai motori di ricerca che agli utenti nella lingua giusta al momento giusto, l’ottimizzazione andrà fatta per ogni lingua.
  3. velocità: gli utenti non sono disposti ad aspettare più di un paio di secondi per il caricamento delle pagine web, specialmente da dispositivi mobili, la velocità è fondamentale per avere successo online.
  4. immagini: i motori di ricerca hanno ancora delle difficoltà a capire il contenuto delle immagini per questo bisogna utilizzare gli strumenti adatti per spiegarne il contenuto.
  5. formattazione testi: titoli, sottotitoli, grassetti, elenchi puntati servono per migliorare la leggibilità sia per gli utenti che per i motori di ricerca.
  6. meta: aiutano sia i motori di ricerca che gli utenti, nel momento in cui appaiono nei risultati di ricerca, a capire il contenuto delle pagine web
  7. leggibilità su smartphone e tablet: con questo mercato in continua espansione non avere un sito web responsive significa ridurre drasticamente la propria competitività nel web, i motori di ricerca sempre attenti alla usabilità per l'utente privilegiano i siti web adatti ai dispositivi mobili.
  8. url: anche gli indirizzi delle pagine web se correttamente impostati possono fornire informazioni utili a motori di ricerca e utenti
  9. file sitemap: aiuta i motori di ricerca ad individuare le pagine web da indicizzare
  10. file robots: aiuta a mantenere parti del sito web accessibili o no ai motori di ricerca
  11. link building: comprende tutte quelle azioni che hanno l’obiettivo di ottenere link da siti web con una buona reputazione e temi affini al proprio sito web
  12. verifica della coerenza dei dati di contatto: per migliorare la propria presenza local nel web, cioè in una zona geografica specifica, è bene che tutti i riferimenti alla/e sede/i aziendale siano coerenti



Richiedici un contatto

Per dare il via al tuo progetto o per ricevere chiarimenti e maggiori informazioni.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook