Cosa pensi di me?

Cosa pensi di me?

Comprereste un servizio o un prodotto, che non sia di poco valore, da qualcuno di cui non sapete nulla nemmeno per sentito dire?

Le statistiche dicono di no, eppure molte aziende anche presenti on-line non investono nel creare una reputazione ed un clima di fiducia attraverso internet.

Sì ma, perché usare proprio internet? I motivi sono sia quantitativi che qualitativi.

Per quanto riguarda i primi sempre più persone lo utilizzano sia per effettuare acquisti che per raccogliere notizie ad hoc prima di un acquisto.

Più interessanti però sono i risvolti psicologici: un cliente che può lasciare una recensione di un prodotto/servizio si sente più coinvolto, sente valorizzata la propria opinione e si sente considerato. Gli altri clienti poi reputano spesso più affidabili i giudizi degli altri utenti piuttosto che le comunicazioni istituzionali.

Infine si instaura un rapporto più diretto con il cliente e si viene a creare una maggiore conoscenza reciproca.

Tuttavia non è una luna di miele, internet infatti è democratico se si scontentano ripetutamente i clienti questi lo esprimeranno eccome!

A ben vedere è parere di chi scrive che gli utenti di internet lo faranno comunque sia che l’azienda sia sul web o meno, pertanto gestire la reputazione su internet ed il servizio clienti con professionalità, può essere un vantaggio di lungo periodo.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook