Perché aprire un blog aziendale

Perché aprire un blog aziendale

 

In questo blog abbiamo già parlato dell’importanza dei contenuti per poter: posizionarsi meglio nelle SERP (Di contenuto e di posizionamento), attirare click (Valutare il proprio sito internet) e convertire il visitatore in cliente (Si può comunicare senza disturbare?).

 

Il contenuto di qualità

Se hai già letto gli articoli precedenti passa pure al prossimo paragrafo in caso contrario ecco un velocissimo riepilogo. Il buon contenuto può instaurare un circolo virtuoso in questo modo: un contenuto originale, esaustivo, informativo, focalizzato sul dare una risposta ad una determinata problematica, comincia a posizionarsi nei risultati delle ricerche corrispondenti a quel tema, se la pagina è stata ottimizzata nell’ottica di incentivare il clic è più probabile che venga visionata, a questo punto chi naviga dovrebbe avere una reazione positiva al contenuto (rimanendo di più sulla pagina, navigando nel resto del sito, condividendo la pagina, risposte sociali,…), tutto questo ne migliora la visibilità ed il posizionamento. Se sulla stessa tematica vengono prodotti più contenuti specifici dalla stessa fonte questa acquisirà autorevolezza e la fiducia degli utenti prima per poi poterli convertire in clienti.

 

Perché il blog

Il blog si inserisce nella strategia di content marketing perché fondamentalmente amplia le possibilità di espressione del sito web aziendale sotto più punti di vista:

  • permette di aggiornare e arricchire il sito web senza rendere la navigazione dello stesso un pesante labirinto. Il sito web deve essere pensato per convertire il più possibile quindi deve essere snello con una proposta chiara, con Call to Action e contatti sempre presenti. Il blog spiega ed informa, conquista la fiducia dell’utente una risposta alla volta.
  • permette di mostrare le personalità che portano avanti l’azienda se viene redatto da più persone rendendo l’azienda meno entità distante e più reale.
  • permette di valutare la reazione ai contenuti prodotti e conoscere ulteriori dubbi o richieste da parte degli utenti tramite i commenti.
  • permettendo l’iscrizione al blog o al singolo post tramite e-mail o rss avrete uno strumento in più per ottenere i contatti dell’utente. Se la vostra proposta lo permette, perché trattate tematiche slegate tra loro, potrete anche effettuare una minima profilazione dell’utente richiedendo gli argomenti di interesse al momento dell’iscrizione o in una fase successiva.
  • potenzialmente potreste inserire una Call to Action specifica in ogni singolo articolo. Il consiglio è di non esagerare, sfruttate questa opportunità solo in casi particolari, mentre negli altri casi limitatevi a richiedere la partecipazione dei vostri lettori nei commenti e la sua condivisione.

Nel prossimo articolo vi darò qualche suggerimento su come prepararsi e gestire l'apertura di un blog. Iscrivetevi al nostro blog per non perdere la pubblicatozione dell'articolo e lasciatemi le vostre domande nei commenti.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Ricerca

Iscriviti al blog

Ultimi articoli

Non stiamo parlando di un ponte fisico, ma della Joomla! World Conference che si terrà a Roma a Novembre.

Vi racconto l'evento su SEO (search engine optimization) e i principali CMS per la gestione dei contenuti dei siti web.

Venerdì 5 maggio è ufficialmente partito il nuovo Capitolo BNI Gheppio, un team di imprenditori e professionisti.

Il 29 Aprile ho superato l'esame per ottenere la certificazione di Google riguardante i siti web per dispositivi mobili.

Facebook